giovedì 26 dicembre 2013

Buon Natale e via....



Auguri, Auguri di Buon Natale ed Inizio Anno, Auguri di Santo Stefano e auguri per qualsiasi altra cosa vo gliate o desideriate.....si, perchè questo credo sia proprio l'ultimo post di questo blog e quindi non potrei fare che Auguri, a tutti. Fasti Floreali infatti chiude, chiude credo dopo circa 5 anni, tanti post, tante chiacchierate, tanti consigli e tanti scambi di opinioni.....
Fasti chiude perchè è semplicemente finito il tempo, perchè ha rappresentato un periodo che si è andato a poco a poco trasformando, perchè ci sono obiettivi diversi, perchè si è diversi, ma anche perchè oblighi di lavoro (per fortuna) ci tengono lontane dal web.
E così anche per "tra orto e giardino" e "per la soffitta di max".....ma non sparisco, ci sono ancora.

Un bacio ed a presto!

mercoledì 9 ottobre 2013

Alcuni Consigli per il Giardino di Ottobre

 
Finalmente le temperature stanno calando; per le amanti del mare e dell'estate certo, l'approssimarsi dell'inverno non è proprio una gran cosa, ma per le amanti del giardino significa invece fioriture invernali e lavori da fare, ma con tanti risultati. 
Quindi, qui di seguito alcuni appunti da prendere.

 Per i rampicanti e gli arbusti meglio accorciare i getti troppo lunghi; si può anche moltiplicare per propaggine o per talea. Quiest'ultima a seconda delle specie o varietà, ma perchè non tentare?
Vanno potate le rose; anche in questo caso, invece di gettare via i rami proviamo ad interrarle, magari all'ombra e sotto sorveglianza speciale. In alcuni casi si riesce a creare nuove piantine, fino a novembre inoltrato.
Se lo abbiamo dimenticato dobbiamo potare anche le lavande; togliamo via i vecchi fiori ormai appassiti ed anche in questo caso possiamo provare a fare qualche talea semilegnosa; le probabilità di riuscita sono inferiori, ma vale lo stesso discorso. Da tener presente con queste piante, come anche per altre aromatiche, che, se non volete che lignifico troppo occorre poterle bene ed in maniera decisa alla base.

 Iniziamo a porre a dimora i bulbi primaverili tipo tulipani e narcisi; abbiamo però ancora tempo anche per poterne cercare di nuovi, ma sempre prima del grande freddo. I bulbi hanno bisogno di molto freddo prima del caldo della bella stagione.
Iniziamo anche a mettere a dimora le Iris Barbate, magari più costose delle altre, ma un pochino alla volta...
Ripulire sempre il terreno da tutte le foglie secche o dai residui che inevitabilmente si producono.
Buon lavoro!

sabato 10 agosto 2013

La Brugmansia Arborea


 
La Brugmansia Arborea resta ancora la pianta dei miei sogni; per i più, nota anche come Datura, la mia Pianta dai Campanelli ha colpito il mio cuore da piccolo giardiniere qualche tempo fà, quando l'ho notata sul ciglio della strada in corrispondenza di un incrocio.
"che pianta meravigliosa" pensai al momento, non considerando che passavo davanti quell'incrocio da circa 46 anni, ma si sà l'amore è cieco, e non si nasce giardinieri, o forse si...?
Certo è che, quando la rividi una seconda volta, in un ridente paesino della provincia di Latina, decretai..."sarai mia", peccato che il luogo deputato in cui ella fioriva in più forme e colori, fosse il Cimitero Comunale!


 
Ma l'amore rende audaci ed intraprendenti e pronti all'azione; malgrado ciò, una certa timidezza impedisce l'ardita impresa ma....non si deve disperare! Senza perdermi di coraggio individuo subito la persona giusta, una frequentatrice (ahimè che cosa vergognosa) del luogo!
 
"cara zia Teresa, hai presente quella bella pianta che fà tante campanelle che abbiamo visto al cimitero? che dici, possiamo prendere un rametto?"
"che problema c'è...quante ne vuoi?"
"ma scusa, siamo al cimitero!"
"si.....ma tanto poi ricrescono.....guarda quante piante che ho preso io....!
Sigh!!
 
Rincuorata dall'amatissima zia, preleviamo una serie innumerevoli di esemplari, rincuorate anche da tante amiche della suddetta zia, dedite allo stessa verde attività; coccolate e viziate le piantine vengono trasferite in tournè dalla ridente costa pontina alle colline ciociare, ma ...senza risultato!
Ripetiamo speranzose l'operazione ma, di nuovo... tutto inutile!
Sarà un Segno? Sarà il destino?
 
Fatto stà che ancora continuo a passare davanti all'incrocio con la pianta con le campanelle ed ancora sento parlare delle belle fioriture multicolori all'interno del Cimitero Comunale.......

mercoledì 24 luglio 2013

And now.....Summer School !!!


Ecco un'altra di quelle belle iniziative  che a me piacciono tanto!  
Una "full immersiondal 24 al 30 agosto, a pochi chilometri dalla Costiera Amalfitana, dedicata a chi vuol "fare impresa rurale", ovvero una  startup legata alla terra, secondo un nuovo modello di ruralità innovativa."

Oh, finalmente!
Ecco qui una bella occasione per imparare davvero "sul campo si potrebbe dire" a lavorare la mia terra secondo criteri e precetti scientifici, e magari anche a vendere i miei sanissimi prodotti.

Per questo c’è la Societing Summer School. In un casale scelto per l'occasione, per una settimana si alterneranno lezioni manageriali e imprenditoriali a workshop collettivi; da come utilizzare gli strumenti delle nuove tecnologie e per esempio vendere i prodotti senza bisogno della grande distribuzione, a come fare la pasta fino a come poter sfruttare Arduino per fare agricoltura (ma chi sarà Arduino?)

Insomma l'ennesima occasione che tanto mi entusiasma e che, come le altre lascerò andare, rimuginando poi sul solito pensiero ".....ma, se ci fossi andata.....ma, se l'avessi fatto"
Ebbene si, il mio spirito bucolico reclama e recalcitra costantemente nella speranza di venire alla luce, ma il mio spirito imprenditoriale zoppica da sempre, a braccetto con una pigrizia congenita che mi accompagna dalla più tenera infanzia. Basterebbe solo una piccola spinta.......

A parte ciò l'iniziativa mi sembra comunque lodevole ed interessante; per chi volesse partecipare tutti i riferimenti sono nel link in basso:
PS: magari qualcuno potrebbe darmi ripetizioni?

http://blog.atcasa.corriere.it/livable-life/2013/07/23/societing-summer-school-il-rurale-diventa-unimpresa-possibile/

venerdì 14 giugno 2013

Snapshots of Spring

Snapshots of Spring_ Istantanee di Primavera....e non solo....
Sono bellissime queste immagini trovate per puro caso su Pinterest, fonte inesauribile di foto ma anche di sensazioni. Malgrado il periodo abbastanza intenso per me, qualche minuto di pausa ogni tanto serve...anche così.....









http://pinterest.com/mslaurawilson/pictures-i-d-like-to-paint/
http://pinterest.com/flamingc/flowers-and-gardens/

venerdì 31 maggio 2013

Le Rose, il Tempo, il Blog e le altre......

Questo blog è fermo ormai da qualche tempo, all'incirca un mese se non di più, quindi come minimo adesso, devo fermarmi e spiegare.....

Ho già pubblicato qualche info su FastiFloreali, ma qui oggi, facciamo qualche aggiornamento; era da qualche tempo che riflettevo sulla possibilità di cambiare lavoro, di prendermi qualche giorno di ferie e di riprendere vecchi contatti da cui sarebbe potuta ripartire l'idea giusta, il suggerimento, il consiglio sul da farsi.
Dopo tanto pensare, anzi rimuginare, tra una talea e l'altra, invio dei curricula e qualcuno mi risponde. Nuova attività commerciale, nuovi interessi, nuovi input, nuovissimo contratto. Contratto talmente nuovo che risulta essere a Tempo Indeterminato.....di questi tempi poi.....
Ma....ma....ma le talee diminuiscono, le piantumazioni sono un vago ricordo, le semine un elemento ormai sconosciuto, per non parlare della pasta fatta in casa, delle ciambelle e del pane di Giacomo al forno!
Insieme a questo, è da circa un mese e mezzo che le mie levatacce mattutine sono aumentate invece in maniera esponenziale e che, vedere un'amica è un pio desiderio......

Insomma, si lavora, si lavora, si lavora..... e poi? E poi sono reiniziate le elucubrazioni mentali, le discussioni, i dubbi, ed il solito dilemma; ma possibile che in questa società del benessere, alle soglie del terzo millennio, in questa civiltà multimediale............
ancora non si riesca neanche lontanamente a prendere in considerazione......
IL TEMPO FLESSIBILE?

sabato 6 aprile 2013

La Buddleja Davidii: la pianta amata dalle Farfalle

La Buddleja è la nuova pianta di cui sono alla ricerca: ammetto che le mie ricerche finora sono state infruttuose ma tenterò ancora sino alla riuscita dell'impresa....chissà perchè nelle mie zone non si trovano proprio le piante che io vado cercando; sarà una pura questione di marketing?


La Buddelja Davidii è anche conosciuta come "pianta delle farfalle" data la sua capacità di attirarle, e non è poca cosa. La buddleja è un arbusto alto sino a 3 metri e largo fino anche a 5 metri. Ha foglie lanceolate e lunghe ma soprattutto bellissimi fiori viola, ma anche bianchi, riuniti in grappoli o panicoli lunghi fino a 25/30 centrimetri.

La pianta è nel suo migliore periodo, nel periodo estivo, proprio tra giugno e ottobre, con magnifiche e prolungate fioriture. Per ottenere ciò però occore una prima potatura sul finire dell'inverno e poi a necessità per ridurre il suo volume importante.

La pianta sembra si possa moltiplicare per talea, e questa è una grande cosa; resiste alla siccità anche se la mancanza di acqua potrebbe far rischiare proprio la fioritura di cui sopra.

Sono riuscita ad incuriosirvi su questa pianta? Speriamo di si.....nel frattempo ci godiamo le fioriture dei tulipani, malgrado tutta l'acqua che abbiamo avuto e iniziamo a pensare dove collocare i bulbi a fioritura estiva....a proposito: dato che hanno attecchito le mie peonie, credo che farò il bis anche quest'anno!


Buon Week End!

martedì 2 aprile 2013

Rain

Va bene, la pioggia serve
Va bene, la pioggia bagna gli alberi
Va bene, l apioggia fà crescere i fiori
Va bene, l'acqua è misurata.........



.....ma io non ne posso più! Il mio giardino sembra una risaia, il mio orto è un pantano e le mie piante aromatiche si stanno trasformando in ninfee....

Bastaaa.....

Annika

venerdì 15 marzo 2013

L'ipomea

Oggi vi parlo di una pianta facile, anzi facilissima: l'Ipomea. Chimata anche "Bella di Giorno" perchè i loro fiori si chiudono con il sopraggiungere della sera, la Ipomea tricolor e le altre specie annuali, sono dei rampicanti facili, duttili e molto fiorenti.

 

Le Ipomee si possono utilizzare su terrazzi, balconi ma anche in piena terra; le piante si possono usare sia come Ricadenti da vasi e cassette poggiate a terra o sulle balaustre, sia come Rampicanti, facendole salire su archetti, pergole, graticci o canne. Molto pratiche le cassettine in legno con graticcio incorporato. Alla base delle Ipomee potete piantare arbusti sempreverdi come Mirto o Pittosforo, oppure annuali estive come Petunie, Surfinie, Tagete ed altre.

 

Questo è già il momento per poterle seminare, magari in ambiente protetto almeno fino a marzo inoltrato, poi direttamente nel terreno esterno. Vi ricordo che la scelta del contenitore è importante perchè più il vaso è ampio, maggiore sarà lo sviluppo e la rigogliosità della pianta, che potrà raggiungere i 2,5 mt di altezza/lunghezza.
Il terreno può essere di tipo universale ma sempre fertile, e dal momento della semina deve essee sempre mantenuto umido; dopo la fioritura le irrigazioni possono essere regolari, settimanali come anche le concimazioni.
 
Le specie e varietà delle Ipomee sono molte, ma le più comuni restano la Ipomea Coccinea che raggiungere i 3 metri di altezza in piena terra ed è caratterizzata da fiori rossi ma piccoli.
La Ipomea Purpurea è anch'essa molto lunga ed ha delle infiorescenze viola o porpora.
La Ipomea Tricolor può raggiungere i 5 metri di lunghezza in piena terra con fiori viole_blu ed infiorescenze di 8_10 elementi.
Se avete la costanza di procedere con le operazioni di semina sia in terrazzo che in piena terra avrete delle fioriture straordinarie che si proplungheranno per tutto il periodo estivo; inoltre c'è da aggiungere che la pianta riesce a rifiorire sullo stesso suolo se il terreno non viene troppo pulito, durante le operazioni di preparazione successive.

Annika

venerdì 8 marzo 2013

Istantanee dal Giardino

In un momento di pausa tra una scrosciata di pioggia e l'altra, sono riuscita a fare due foto di quel poco che è rimasto del Giardino se si può chiamare ancora tale. Sorvolando sulla qualità delle immagini e sul tempo inclemente, comunque qualcosa si muove.....ho notato infatti che le Bergenie, stanno fiorendo con i loro mazzetti di fiori rosa, e che anche le Giunchiglie fanno il loro corso. Dopo i Giacinti, adesso è la volta dei Tulipani e dei tanti Bulbi che ho sottratto all'altra casa e che adesso non sono neanche più in grado di riconoscere! I Narcisi ci sono fidatevi, malgrado l'assenza dalle foto, sono fioriti proprio stanotte malgrado tutto e poi, le Violette, le Violette della Cesarina che, per fortuna, si moltiplicano da sole!

 
 
 

In alcune foto ci sono anche delle Rose, delle nuove fioriture, a sorpresa! Si, perchè a parte una talea di Rosa donatami da quel Pollice verde che è la mia mamma, Rosa Antica e delicatissima di cui chiaramente non conosco il nome, le altre sono talee di rose sottratte alla comunità o gentilmente donate da amici e parenti, quindi io adesso aspetto con ansia la loro fioritura nel tentaivo disperato di ricordare chi me le abbia date consapevolmente o meno!

 
 
Fiori e colori a parte, l'importante è che loro fioriscano. Per finire, lumache permettendo, tre bulboni di Amarillis, almeno così mi sono stati venduti mercoledì mattina, dopo una visita ospedaliera al modico prezzo di 5,00 euro.....giusto perchè c'era mio marito altrimenti ne avrei presi altrettanti! 

 
 

Google+ Badge