giovedì 8 novembre 2012

Ho trovato questo articolo qualche settimana fà; nella sua completa e spietata verità mi sembra, prima di tutto completo e poi molto triste. Pensare che, comunque, malgrado l'impegno per un cibo sano e per il progetto di un atteggiamento consapevole, io riesca sempre a mangiare del residuo chimico, mi lascia molto perplessa e triste appunto!

Sembra che "..... A dare i dati della contaminazione è l'ultimo rapporto Legambiente: il 49,8 % delle pere, il 45,7 % delle mele, il 47,16 % delle fragole, il 44,4 % dell'uva, il 40,6 % delle pesche contiene contemporaneamente da uno a 6 tipi di pesticidi diversi sotto forma di residui. Anche due fiori all'occhiello della cucina nazionale arrivano al consumatore “arricchiti”: il vino nel 38,6 % dei casi, e l'olio nel 26,1 %. Dalle mele di Bolzano (con residui nell'88,4 % dei casi) all'uva pugliese, che oltre alle vitamine fornisce Metalaxil, Miclobutanil, Fludioxonil, Bromopropilato, Ciprodinil e Quinoxifen, ogni prodotto ortofrutticolo e derivato, come pasta, pane, miele, passata, marmellate, è contaminato....."

Questa trance è tratta da D di Repubblica di cui lascio il link in basso; il secondo link invece è proprio il documento di cui si parla nell'articolo

http://d.repubblica.it/argomenti/2012/11/01/news/salute_fitofarmaci-1225936/
http://difesalattematerno.files.wordpress.com/2012/05/esposizione-a-pesticidi-e-rischi-per-la-salute-umana.pdf

Altri argomenti: Van Cleef & Arpels a Parigi
http://ilgiardinodifastifloreali.blogspot.it/2012/11/van-cleef-arpels-gioielli-in-mostra-al.html

3 commenti:

  1. C'è da sentirsi male a leggere queste cose, ma purtroppo e la triste verità... ecco perchè voglio farmi un piccolo frutteto e un orto... voglio almeno provare a mangiare meno veleni!

    RispondiElimina
  2. Dag, Genoten van je post vooral de plaatjes van de kransen zijn erg mooi. Ik kan helaas geen vertaling vinden????Kun je instellen met google, kan ik je teksten ook lezen. Groet,

    Marieke.( bloembindster)

    RispondiElimina
  3. si non è esaltante psecialmente se parliamo di regioni molto verdi come bolzano, dove però la troppa vicinanza di coltivazioni agricole alle autostrada non aiuta se posso permettermi di dire ma anche altre regioni non vanno meglio

    RispondiElimina

Google+ Badge