mercoledì 28 novembre 2012

casette per uccelli

Diciamoci la verità: a chi non piacciono le casette per gli uccelli? Grandi o piccole che siano, rustiche o lussuose, riescono sempre ad attirare l'attenzione, sia da parte del giardinere esperto che del neofita. Per prima cosa noi stiamo a guardare la forma, il colore, insomma, l'apparato estetico; invece queste casette devono rispondere a delle regole ferre, che sono anche stabilite da Organizzazioni Internazionali di Ornitologia.
Intanto, il nido artificiale è un manufatto destinato a offrire ospitalità e protezione agli uccelli impegnati nella delicata fase della nidificazione o cova o a garantire un ricovero ai pipistrelli. 

 
 
Viene realizzata generalmente in legno o anche con un'ampia scelta di altri materiali, come terracotta, plastica, cemento o persino una zucca svuotata. Diverse sono anche le tipologie e le dimensioni, che dipendono dalla specie animale che i nidi saranno destinati a ospitare.
Un discorso a parte merita anche la collocazione dei nidi, diversa a seconda della specie, può avvenire in natura, ma anche in contesti abitati, negli spazi verdi urbani, agganciati a tronchi o rami d'albero o a pali, o in situazioni ancora più artificiali, fissati a pareti e tetti di costruzioni e abitazioni, appoggiati a muri o palificazioni, ecc.

 
 
L'ingresso degli uccelli nidificanti avverrà attraverso un'apertura, solitamente circolare o ovale, in altri casi rettangolare, posta nella parte alta della scatola. Le dimensioni dell'apertura sono condizionate dalla specie che la cassetta è destinata a ospitare: i nidi adatti a specie silvestri sono dotati di fori abbastanza piccoli, il cui diametro si aggiri sui 28 millimetri, al fine di scoraggiare la nidificazione di uccelli più comuni e invasivi, come lo storno ed il passero. Nel caso, invece, proprio di cassette destinate ai passeri o agli storni, il diametro dovrà essere, rispettivamente, di 32 e 45 mm, ma nel caso dello storno, la cassetta dovrà avere dimensioni maggiori
Non è necessario un trespolo in prossimità dell'entrata e nemmeno scanalature nella parte esterna: gli uccelli non ne hanno bisogno e della loro presenza potrebbero solo avvantaggiarsi eventuali predatori.

 
 

Queste riportate sono soltanto alcune notizie brevi su un argomento che invece è molto più ampio, e che merita attenzione, dal momento che la nostra sensibilità verso l'ambiente và aumentando e poichè molti di noi tentano anche di costruirle in casa. All'indirizzo in basso si possono trovare tante notizie utili, comprese le dimensioni standard che una casetta dovrebbe avere.
Se decidete di acquistarne già pronte, basta visitare i numerosi vivai specializzati sul territorio; in genere hanno a diposizione almeno uno o due marchi; se invece volete un acquisto alternativo, Verdesalvia vi potrà certamente aiutare con l'ausilio di tecnica ed inventiva.

Fonte: 
http://it.wikipedia.org/wiki/Nido_artificiale
http://verde-salvia.blogspot.it/

Altri Argomenti:
Appartamento Vintage a Milano Bovisa

 

4 commenti:

  1. Io le adoro! Ne metterò sicuramente più d'una nel mio giardino!

    RispondiElimina
  2. Ciao Francesca, che belle foto che hai trovato! le casette per gli uccelli mi piacciono molto anche se non ne ho comprata mai nessuna; ti dirò che ho vista una, moooolto carina, sistemata su una libreria, su un giornale di arredamento: sai che faceva la sua bella figura? Ciao a presto, Luisa

    RispondiElimina
  3. adesso che arriverà il freddo i poveri uccellini saranno in difficoltà ...mi piace l'idea di provvedere a loro come ringraziamento per averci fatto compagnia con il loro bel canto per tutta l'estate!

    RispondiElimina
  4. Salve ma per acquistare le casette di legno per gli uccelli, come bisogna fare?
    Grazie

    RispondiElimina

Google+ Badge