martedì 20 ottobre 2009

Le salvie: cenni di Coltivazione

Le salvie vivono bene soprattutto al caldo anche se alcune specie sono in grado di resistere a temperature che arrivano fino a -10`C; eventualmente secca la parte superficiale ma poi riescono la primavera successiva. Sinteticamente le specie con foglie piccole e grigie/pelose stanno bene in pieno sole, quelle con foglie grandi e verdi, preferiscono la mezz`ombra.
Il terreno deve essere calcareo e ben drenato; si puo` aggiungere ogni primavera e autunno, un cucchiaio di cornunghia per pianta. Le annaffiature e` meglio se abbondanti ma distanziate tra loro. Le concimazioni invece prevedono stallatico verso ottobre ed una zappettata superficiale.
Le potature si effettuano in primavera e all`inizio dell`autunno, cioe` quando le piante iniziano a gettare; in effetti basta guardare la pianta e togliere i vechi rami spogli, sia dal letargo invernale che secchi dal caldo estivo. Non esitiamo a tagliare: almeno 15 cm vanno tolti; solo in questo modo la pianta "ricaccera`" getti piu` rigogliosi e forti!
Per concludere: mia nonna, soprattutto nel periodo autunnale era solita circondare le piante, di cenere tolta dal camino; questa infatti se mantenuta in superficie mantiene la pianta "al caldo" durante i mesi invernali; se mischiata con il terreno e` ingrado di fornire nutrimenti eccezzionali.
A presto!
Gerda Arn.Ff

Nessun commento:

Posta un commento

Google+ Badge