mercoledì 23 settembre 2009

Bulbi, Rizomi, Tuberi o cosa?

Prima di iniziare a parlare di questi fiori meravigliosi e` meglio chiedersi di cosa stiamo parlando; conosciamo bene le immagini di crochi viola, o tulipani e gladioli, oppure dalie o lilium. Saremmo portati a pensare che siano tutti bulbi, in realta` non e` cosi`. Sinteticamente le categorie principali sono costituite da bulbi, tuberi, cormi e rizomi.Il Bulbo e` un organo a se stante, completo, resistente, che deve essere capace di far sviluppare e nutrire una gemma; il bulbo infatti, con le sue piccole radici e` assimilabile ad una pianta vera, che sara` poi in grado di sviluppare, dopo un fusto brevissimo, una gemma circondata da foglie. A seconda dell`aspetto e struttura i bulbi si suddividono in diverse categorie. alcuni esempi di bulbi sono i gladioli, giacinti, lilium ma anche zafferano, allium e cosi` via.
Il Tubero e` invece una porzione di fusto modificata, che ha un aspetto globoso e che assume sostanze di riserva per la pianta. Si trova allo stesso livello delle radici. La patata ed il Topinambur sono tuberose. Assimilabili sono anche le dalie, che per l`esattezza sono "radici tuberose".
Il Rizoma è una modificazione del fusto con principale funzione di riserva. È ingrossato, sotterraneo con decorso generalmente orizzontale. Alcuni esempi di piante rizomatose sono l`iris, l`asparago ed il mughetto.Le piante accomunate da questi organi sotterranei, vengono incluse assieme nella categoria biologica delle geofite.


Nessun commento:

Posta un commento

Google+ Badge