martedì 5 febbraio 2013

Nell'Orto e in Giardino | i lavori di Febbraio

Gennaio e Febbraio non sono proprio quei mesi dedicati ai Grandi Impianti, quanto piuttosto alle manutenzioni ed alle semine, per fare in modo che poi, nei mesi che ci piacciono di più, ossia quelli primaverili, possiamo iniziare a Vedere e Raccogliere.
Ecco qui di seguito, perciò, una lista dei lavori consigliati:

 

Semine in Semenzaio: 
possiamo inziare a seminare erbacee perenni o annuali dalla fioritura precoce come Begonia Tuberosa, Begonia Semperflorens, Calceolaria, Geranio Zonale, Salvia Ornamentale; sempre in zona calda, bocca di Leone, Portulaca e Garofano.
Per le piante da orto iniziare la semina di valerianella, bietole e spinaci, ravanelli, carote, prezzemolo, cipolle e cipolline, cavoli estivi, lattuga e radicchio da taglio, anche pomodori.
Propagazioni e Trapianti:
si possono effettuare talee di di specie a fusto tenero come i Pelargoni, o mettere a dimora arbusti tuberose a radice nuda; si possono dividere i cespi delle vivaci.
Potature:
si possono cimare le siepi come anche gli arbusti rustici che fioriranno in estate, autunno o inverno; potare anche le rose, soprattutto i rosai rifiorenti a 15/20 cm di altezza e limitarsi invece a sfoltire quelli non rifiorenti. Potare ancora piante quali la buddleja Davidii, Caryopteris, Hibiscus Syriacus, Weigela. Non toccare invece gli arbusti a fioritura primaverile che, potati adesso non fiorirebbero più.
Rosai:
continuare la messa a dimora delle piante a rdice nuda. Potare le varietà rifiorenti , accorciando i rami secchi oppure fino ai nuovi germogli con taglio netto e diagonale. Fare la legatura ai sostegni.

 

Camelie ed altre Acidofile:
per i nuovi impianti, impiegare terriccio acido; per le piante che invece sono a dimora da anni, rinnovare parte del terreno in superficie, sostituendolo con quello nuovo.
Bulbi:
controllare periodicamente i bulbi che stiamo conservando per la prossima piantagione; manteniamoli inun locale asciutto e spolevriamo dello zolfo in polvere se notiamo delle piccole guastature. E' inoltre il momenti di acquistarne a fioritura estiva e di godere delle prime fioriture primaverili. Spargere delle cenere se notate l'azione di lumache e limacce, presenti soprattutto in zone molto umide.
Terreno: 
effettuare ancora quelle operazioni di pulizia e di ripristino del terreno, necessarie in questo momento; togliere quindi tutti iresidui delle ultime colture, frutti non maturi, scarti vegetali, malerbe che non hanno smesso di crescere durante l’inverno. Eliminiamo, allora, tutto ciò che può essere allontanato, bruciato, interrato o posto nella compostiera. Inoltre iniziamo anche a zappettare il terreno, effettuando ad anni alterni, o al massimo ogni tre, anche una vangatura a doppia profondità per scongiurare che lo strato superficiale vada soggetto a “stanchezza”, cioè ad un eccessivo sfruttamento selettivo di alcuni nutrienti. Verso fine mese, incorporare un ammendante.


Semine precoci per fioriture anticipate:
soprattutto nelle regioni più fredde, in questo periodo dell'anno, la semina viene effettuata in cassetta. Si possono utilizzare cassoni vetrati oppure le seminiere in vendita nei garden center, riscaldate da una resistenza elettrica. Vanno bene, anche le semplici cassette di recupero come quelle dei vini, ma anche fatte a mano con legno di scarto; si riempie poi il vano con della terra sofice e leggera, formata da terra da giardino, torba e sabbia in parti uguali. I semi, sparsi sulla superficie, andranno soperti con un sottilissimo strato di miscela e mantenuti sempre umidi con un irrigatore a pioggia o nebulizzatore.
Le cassette andranno collocate vivino ad una finestra e coperte con plastica trasparente o vetro, da rimuovere dopo la germinazione.Controllare periodicamente la condensa interna.

Fonte:
Gardenia

4 commenti:

  1. Che meraviglia! Qui potrei soltanto piantare bulbi di liliums, gladioli , anemoni ed altri, verso la fine di marzo.

    Qui nevica, Francesca! Questo pomeriggio tornavo da un pub dove ho fatto un late lunch con mio marito, e la neve ci ha investiti: QUANTA!

    La mia camelia, comunque (è praticamente un albero) ha centinaia di boccioli e i narcisi fanno capolino.

    Buona serata!

    Un abbraccio

    ANNA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna carissima, come stai? Quasi quasi ti invidio tutta questa neve!

      Elimina
  2. ho una vera passione per orto e giardino....ti seguirò molto volentieri!
    Elena

    RispondiElimina

Google+ Badge