giovedì 10 gennaio 2013

I Lavori nell'Orto di Gennaio


E' ormai ora di iniziare a pensare ai lavori da fare in Gennaio nell'Orto e nel Giardino; anche se ancora non è proprio il momento di piantare, date le basse temperature, c'è comunque da fare e da progettare. Intanto possiamo iniziare a selezionare i semi da comprare, ad esempio: carote, cavolfiori, cipolle, fave, lattughe, melanzame, peperoni, rucola etc....Ormai i semi di buona qualità si possono trovare in vivaio, nei consorzi specializzati ma anche via web. 
Se invece vogliamo proprio seminare allora dobbiamo almeno farlo in tunnel freddo.

Nel frattempo possiamo pulire le aiuole dai residui della vegetazione per permettere alle nuove piantine di respirare; si possono ripulire fossetti e canalette di scolo. Se abbiamo intenzione di piantare delle rose ma anche per altre culture, iniziamo a zappettare il terreno: in questo modo daremo la possibilità al gelo notturno di uccidere funghi e parassiti dannosi. Una seconda vangatura servirà per ulteriormente sbriciolare il terreno. Sulla stessa falsariga è il momento di interrare, letame, compost o mineralizzante di base, ma anche cenere per un migliore arricchimento dei terreni, soprattutto quelli argillosi.

Aspettare ancora una quindicina di giorni per le prime potature delle piante che rifioriranno in primavera; malgrado le temperature eccessivamente calde di questo periodo e, malgrado qualche bocciolo, è meglio aspettare almeno la fine del mese per una potatura efficiente. Frequentiamo garden center e mercati settimanali, più spesso; spesso l'offerta è diversificata ed i prezzi sono molto accessibili; in questo modo avremo la possibilità di incamerare diverse piante a prezzi modici da sfruttare tra qualche tempo. Dedichiamo attenzione anche alla scelta di piante aromatiche o decorative da inserire nell'orto; nastrurzi, rosmarino, salvie ma anche, calendule e tante aromatiche possono abbellire il nostro orto ed aiutare nella lotta contro i parassiti in maniera assolutamente biologica.

Sempre nel nostro girovagare non dimentichiamo mai i bulbi; malgrado il freddo stia terminando, facciamo ancora in tempo anche a piantarne. Sembra un controsenso ma alcune persone li piantano già quasi fioriti. Per essere in regola adesso dovremmo pensare ad una fioritura estiva o autunnale piuttosto che primaverile. Se non vi ho convinte ancora, vi sprono a documentarvi; le varietà sono talmente belle che sono sicura che troveranno posto anche solo su un vaso sul balcone. Secondo me sono irrinunciabili!
A presto!

Ulteriori informazioni:

http://www.giardini.biz/content/lavori-di-gennaio-e-febbraio-nellorto

5 commenti:

  1. Uh come sarebbe bello avere un giardino o un orto a disposizione...

    Per i balconi invece cosa consigli? Aspetto ancora un po'?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il balcone io consiglio di aspettare ancora un pochino; soprattutto al nord sono possibili, anzi probabili i cosiddetti colpi di cosa invernali, per cui un'ondata di gelo potrebbe rovinarti tutto. Tra un pochino potresti inziare, io consiglio sempre, con delle erbe aromatiche, basilico, rosmarimo timo e salvia; sono facilissime da curare e ti restano utili in cucina. Ricorda che il basilico è il principe e và da solo non in compagnia. Altrimenti inizia a prendere dei bulbi; lì vendono già in vaso ed in boccio, avresti solo la difficoltà della scelta. Se invece vuoi qualcosa di perenne, la scelta diventa praticamente infinita; basta andare in un qualsiasi vivaio e chiedere con fiducia. Io le prime domande che faccio quando voglio qualcosa di nuovo sono; "non voglio le stagionali e...fuori in giardino (nel tuo caso balcone) come si comportano?

      Elimina
  2. Devo trapiantare delle rose, farò come hai detto, zappetterò un po' il terreno prima... devo inoltre mettere a dimora un Hibiscus Syriacus che ho in vaso e una camelia... L'idea della cenere mi piace... ho il caminetto e sapevo che faceva bene alle piante, ma mi limitavo a metterne un po' nelle piante in vaso... grazie per le dritte!

    RispondiElimina
  3. quast'anno vorrei provare la coltivazione non direttamente nel terreno ma in terrazzo così da avere sotto controllo la situazione e faticar meno, un po' come le prime immagini...chissà se ci riuscirò

    RispondiElimina
  4. Mi manca il giardino da morire e qui a Milano ho un terrazzino minuscolo...che sconforto! Mi coccolo con le tue splendide foto!
    Passa dal blog un pensiero per te!
    http://ilpampano-designbimbi.blogspot.it/2013/01/ricchi-premi-e-cotillon.html

    RispondiElimina

Google+ Badge