mercoledì 21 dicembre 2011

Seminare le fave




Avete seminato le "fave"? Io si, a scaglioni. Dato che l'anno scorso le mie fave sono venute abbastanza bene malgrado il terreno un pochino "argilloso", quest'anno ho detto, mi metto d'impegno! E allora, dietro consiglio del proprietario del "Consorzio agricolo" da cui mi rifornisco, ho iniziato a fare le prime semine in serra ovviamente dopo il 1' novembre. Si prende una confezione di fave secche e di terreno abbastanza fertile e ricco, certamente con torba, si piantano i semi delle fave e si aspetta per almeno una quindicina di giorni. Il terreno è meglio che resti sempre umido durante questo periodo e al caldo, anche se c'è qualcuno che semina anche all'aperto. L'importante è seminare a scaglioni partendo da "Novembre", saltando il "Natale" e riprendendo verso "Gennaio"; questo per avere un raccolto continuato da aprile in poi e per evitare le temperature più rigide che comprometterebbero il raccolto. Un elemento  importante; le fave sono rustiche e non schizzinose, ossia qualsiasi tipo di terreno va bene, anche il più ostico e poi, si può migliorare con la "Cenere" ricca di "Potassio", quindi chi accende un camino ovviamente ha un fertilizzante naturale di tutto rispetto. Che aspettate?

giovedì 1 dicembre 2011

Il Clorophytum o Falangio

Si deve rimettere negli interni o almeno al riparo il Clorophytum; è la classica pianta da portico, da cesto appeso da piedistallo. Tutti la conosciamo perchè l'abbiamo vista ma magari non ricordiamo il nome. Lasciando stare tutte le notizie scientifiche che possono o non possono interessare, io sono partita da una piantina e dopo due anni ne ho almeno una decina. Il Falangio è facile da trattare; intanto vuole una posizione a mezz'ombra e questo giustifica il portico e poi è facile da trattare e da riprodurre. Quando infatti si vengono a formare i getti o figli, si può scegliere di: fare delle talee in piena terra tagliandole dalla pianta madre; fare delle talee in piena terra ma lasciandole ancora collegate alla pianta madre; far spuntare le radici in acqua e poi trapiantarla. Ho provato tutti i modi e funzionano.
Importante: durante l'inverno devono essere protette perchè il gelo potrebbe bruciare tutte le foglie; nel caso si dovesse verificare, non gettate la pianta perchè l'anno successivo rispunterà forte come prima.

Google+ Badge